Pages

Sunday, April 13, 2014

#SermideCastelmassa #UnGiornoRiAttraverseremoilPOinBici #PoBridges #PadiPontes

http://en.m.wikipedia.org/wiki/Po_(river)
http://www.ilfiumepo.net

 #RiAttraversareIlPoInBici

#CastelmassAsRiveGauche
#agglomerareSermidECastelmassa #SerMassa
#LinearCityNoMore ...
http://en.m.wikipedia.org/wiki/Linear_city ]
#SenzaPoesiaNessunaArchitettura #NoArchitectureWithoutEverPoetry

http://d3j5vwomefv46c.cloudfront.net/photos/large/394282652.jpg?1315650901

http://caramorimarco.blogspot.it/2011/09/ponti-sospesi-pedonali-e-ciclopedonali.html

 http://twitpic.com/6i4if2

Lombardia (città) poli centrica  ...
§§§ Lucio Stellario d’Angiolini
Un’altra (altra, ndr) prassi urbanistica ... - http://pinterest.com/pin/222998619021076789/


http://www.amazon.it/Stellario-dAngiolini-Unaltra-prassi-urbanistica/dp/8838762015/ref=sr_1_fkmr0_1?ie=UTF8=1360569782=8-1-fkmr0

Re re re http://en.m.wikipedia.org/wiki/List_of_bridges_in_Cambridge

http://www.sermidiana.com/notizie-locali/3714-il-gregge-attraversa-il-po-sul-ponte-sermide-castelmassa.html

Friday, April 11, 2014

C'era una volta il libro di carta...




Thursday, April 3, 2014

(Video)Capsula endoscopica / Capsule endoscopy #videocapsule






http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-750328e2-147b-46e1-9dfd-08ee033f8ea7.htmlLa colonscopia - Elisir del 01/04/2014

Andato in onda:01/04/2014
La colonscopia è un esame endoscopico per la diagnosi di molte patologie dell’intestino. Viene eseguito per via rettale con un sondino molto sottile, in fibre ottiche, munito di una piccola telecamera all’estremità. E’ fastidioso? Può essere eseguito con una leggera sedazione? Quando è necessaria una vera anestesia? Michele Mirabella ne parlerà con il professor Guido Costamagna, direttore del Reparto di Endoscopia Digestiva del Policlinico Gemelli di Roma




Cenni storici


Sviluppata inizialmente dalla società "Given Imaging" (Yoqneam, Israele)[3] venne successivamente approvata sia in Europa dalla "Medicines Agency" e anche negli USAdalla "Food and Drug Administration" nel 2001.[4]
Ad oggi (luglio 2011) sono disponibili in commercio 4 modelli di videocapsula di produttori diversi.[5][6][7]

Capsule endoscopy

This page has some issues
Capsule endoscopy
Diagnostics
CapsuleEndoscope.jpg
Picture of a capsule
MeSHD053704
OPS-301 code1-63a1-656

Tuesday, March 25, 2014

#EuropaInRete - Prima la Svezia 91%, l'Italia al 53% quartultima, tra Portogallo 55.5% e Grecia 49.5% #classiseconde #saperleggereigrafici




Istat, 

la magra figura dell'Italia in Rete

Due italiani su tre preferiscono ancora il cartaceo per consultare le notizie. Ma d'altronde solo poco più della metà dei cittadini del Belpaese è abituato a connettersi giornalmente
Istat, la magra figura dell'Italia in ReteRoma - La sesta edizione del Rapporto Istat "Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo" scatta una fotografia sulle abitudini italiane legate anche al digitale.

I numeri non sorprendono, ma chiariscono un quadro già in parte noto: vi sono ostacoli sulla strada della diffusione di Internet. Anche se qualche passo avanti si è fatto.

Per quanto riguarda giornali online, riviste e in generale notizie consultate direttamente sul Web, per esempio, i fruitori sono solo il 32,3 per cento degli italiani: pochi, anche se in notevole crescita rispetto all'11 per cento del 2005 e un più 7,7 per cento rispetto all'anno scorso.
La diffusione dell'abitudine alla consultazione online è maggiore al Nord-est del paese (37,6 per cento), mentre nel Mezzogiorno la quota di popolazione che legge online scende addirittura al 27,1 per cento.
ggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggg


http://punto-informatico.it/3991986/PI/News/istat-magra-figura-dell-italia-rete.aspx 

fffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff

Dai un'occhiata al Tweet di @MarcoCaramori: https://twitter.com/MarcoCaramori/status/448389651049762816

Sunday, March 23, 2014

File con estensione .p7m ? / File P7m ? What's?


  • http://www.howopen.org/it/extensions/compressed-files/p7m

  • Come aprire il file .p7m?

    Se hai raggiunto questo sito, allora sicuramente hai un problema con la corretta apertura del file .p7m sul tuo computer. Il nome complete del file .p7m è . Se dopo aver cliccato due volte sull’icona appare un comunicato, dove dice che devi installare un software apposito, qui di sotto troverai i programmi appositi che probabilmente risolveranno il tuo problema.L’autore di questo formato è .

    Estensione .p7m (Digitally Encrypted Message)

    CategoriaAutore/ProduttoreDescrizione del filePopolarità
    Altri fileN/ADigitally Encrypted Message
    RateRateRate
    Programmi che gestiscono l’estensione: .p7m
    Sistema operativoSoftware
    Windows
    Windows
    • Cryptigo p7mViewer
    • QUALCOMM Eudora with Cryptigo S/MIME plug-in
    MAC OS
    MAC
    • Apple Keychain Access

    Altri programmi posso inoltre usare l’estensione .p7m oltre a quelle, menzionate sopra. Se hai delle informazioni riguardanti i file .p7m, che potrebbero aiutare gli altri utenti del sito HowOpen.org, facci sapere e noi aggiorneremo il nostro database.

    Visitando il nostro sito, sicuramente ti sarai chiesto una delle seguenti domande:
    • Con quale programma aprire il file .p7m?
    • Come aprire il file .p7m?
    • Cos’è il file .p7m?
    • Come convertire il file .p7m?
    • Dove posso trovare informazioni riguardanti il file .p7m?
    Speriamo di averti fornito informazioni a sufficienza riguardo questo tipo di file. Se invece non è stato cosi, puoi provare a trovare delle informazioni riguardanti l’estensione .p7m sul sito Wikipedia P7m.
  • [ Verificare la firma digitale di un file in formato .p7m  ]
  • [PDF]

    Formati elettronici ammessi per gli allegati - Comune di Firenze

    www.comune.fi.it/materiali/suap/NoteTecnicheFormati.pdf
    4 http://en.wikipedia.org/wiki/Design_Web_Format ... L'unica modalità di sottoscrizione ritenuta accettabile è quella in formato pkcs#7, meglio noto comep7m.




  • http://file.org/extension/p7m

    What is a P7M file?

    Files that contain the .p7m file extension hold encrypted email messages. The P7M file format is a container format and the contents and the attachments of the encrypted email message are enveloped into the encrypted P7M file.

    Oftentimes a user must have a private key installed into their email client in order to open the P7M files that they receive. The private key will match the message's public key so that the user can open the P7M file. This private key is static and does not change so that a user does not have to enter new information to open each P7M file they receive.

    The P7M file format implements the Secure/Multipurpose Internet Mail Extension standard (S/MIME).

    Software that will open or convert P7M files

    Parallels Tools CenterDownload Now
    p7mViewerDownload Now
    InfoNotary e-Doc SignerDownload Now
    Applicazione DiKeDownload Now
    SecSignerDownload Now

    Explanation

    Program has been verified by File.org to open P7M files.
    Every day, thousands of users submit information to us about which programs they use to open certain types of files. Our users primarily use the above programs to open P7M files.

    Try a universal file viewer

    In addition to the products listed above, I would suggest that you try a universal file viewer like Free File Viewer. It can open almost 100 different types of files - and very likely yours too » Free Download.
    By Prof. Jones (The File Expert)
    Chief Content Editor and File Expert
    Suggestions for this page? Mail me.
    ooooooooooooooooo







  • Carta nazionale dei servizi - Wikipedia

  • it.wikipedia.org/wiki/Carta_nazionale_dei_servizi
    Il documento inviato deve essere in formato .pdf oppure .pdf firmato (.p7m), per motivi di leggibilità e per garantire la sua immodificabilità.
    Hai visitato questa pagina in data 23/03/14
  • S/MIME - Wikipedia

  • it.wikipedia.org/wiki/S/MIME
    S/MIME, acronimo di Secure/Multipurpose Internet Mail Extensions è uno standard per la crittografia a chiave pubblica e la firma digitale di messaggi di posta ...
  • S/MIME - Wikipedia, the free encyclopedia

  • en.wikipedia.org/wiki/S/MIME - Traduci questa pagina
    S/MIME (Secure/Multipurpose Internet Mail Extensions) is a standard for public key encryption and signing of MIME data. S/MIME is on an IETF standards track ...
  • Carta Nazionale dei Servizi e Firma Digitale - GolemWiki

  • golem.linux.it/wiki/Carta_Nazionale_dei_Servizi_e_Firma_Digitale
    22/nov/2012 - Per accedere in modifica al wiki devi chiedere per email scrivendo a .... Thunderbird abbia problemi nel mostrare allegati firmati .p7m, per la  ...
  • Manuali.it - programma per leggere pdf.P7M : Applicazioni Varie

  • www.manuali.it › Indice › Informatica ed Internet › Applicazioni Varie
    06/mar/2009 - 2 post - ‎2 autori
    Ciao a tutti. Mi stanno arrivando documenti in formato pdf.P7M. dove posso trovare un programma gratuito per aprirli? Grazie, Giada.
  • Wednesday, March 19, 2014

    #BeniCulturali #CulturalHeritage



    http://en.m.wikipedia.org/wiki/Cultural_heritage

    http://it.m.wikipedia.org/wiki/Beni_culturali


    I beni culturali sono tutti i beni designati da ciascuno Stato come
    importanti per l'archeologia, la letteratura, l'arte, la scienza, la
    demologia, l'etnologia o l'antropologia; si contrappongono, per
    definizione, ai "beni naturali" in quanto questi ultimi ci sono offerti
    dalla natura, mentre i primi sono il prodotto della cultura dell'essere
    umano. Si veda sotto per il dettaglio delle definizioni in vigore in
    Italia.

    Definizioni normativa internazionale
    Un bene culturale si definisce materiale quando è fisicamente tangibile,
    come un'opera architettonica, un dipinto, una scultura. Si definisce
    invece immateriale quando non è fisicamente tangibile, come una lingua o
    dialetto, una manifestazione del folklore o persino una ricetta culinaria.

    Al di là della generica definizione, i beni culturali hanno trovato, nel
    tempo, più precise classificazioni, in specie da parte del diritto
    internazionale pubblico. In particolare hanno provveduto alla definizione
    dei beni culturali:

    materiali, la convenzione sulla protezione dei beni culturali nei
    conflitti armati adottata all'Aja il 14 maggio 1954;
    immateriali, la convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale
    Immateriale adottata a Parigi il 17 ottobre 2003.
    La convenzione dell'Aja (1954) identifica i seguenti beni culturali
    materiali:

    i beni, mobili o immobili, di grande importanza per il patrimonio
    culturale dei popoli, come i monumenti architettonici, di arte o di
    storia, religiosi o laici; i siti archeologici; i complessi di costruzioni
    che, nel loro insieme, offrono un interesse storico o artistico; le opere
    d'arte; i manoscritti, libri e altri oggetti d'interesse artistico,
    storico o archeologico; nonché le collezioni scientifiche e le collezioni
    importanti di libri o di archivi o di riproduzioni dei beni sopra
    definiti;
    gli edifici la cui destinazione principale ed effettiva è di conservare o
    di esporre i beni culturali mobili definiti al comma precedente, quali i
    musei, le grandi biblioteche, i depositi di archivi, come pure i rifugi
    destinati a ricoverare, in caso di conflitto armato, i beni culturali
    mobili definiti al comma precedente;
    i centri comprendenti un numero considerevole di beni culturali, definiti
    ai commi precedenti, detti centri monumentali.
    La convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale
    (2003) dà la seguente definizione dei beni culturali immateriali:

    le pratiche, le rappresentazioni, le espressioni, le conoscenze, le
    abilità – così come gli strumenti, gli oggetti, gli artefatti e gli
    spazi culturali ad essi associati – che comunità, gruppi e, in certi
    casi, individui riconoscono come parte del loro patrimonio culturale.
    Questo patrimonio culturale, trasmesso di generazione in generazione, è
    costantemente rigenerato da comunità e gruppi in risposta al loro
    ambiente, alla loro interazione con la natura e la loro storia, e procura
    loro un senso di identità e continuità, promuovendo così rispetto per
    la diversità culturale e la creatività umana.
    il patrimonio culturale immateriale come sopra definito si manifesta, fra
    l'altro, nei seguenti campi:
    tradizioni ed espressioni orali, inclusa la lingua quale veicolo del
    Patrimonio Culturale immateriale;
    le arti rappresentative;
    le pratiche sociali, i rituali e gli eventi festivi;
    conoscenze e pratiche riguardanti la natura e l'universo;
    le abilità artistiche tradizionali.
    Questa convenzione considera suscettibile di protezione soltanto il
    patrimonio culturale immateriale compatibile con gli strumenti
    internazionali esistenti sui diritti umani, con le esigenze di mutuo
    rispetto fra le comunità, gruppi ed individui e con lo sviluppo
    sostenibile.

    Disciplina normativa italiana
    Il 22 gennaio 2004 è stato approvato il nuovo Codice dei beni culturali e
    del paesaggio (decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42, ai sensi
    dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002 n. 137) che ha sostituito la
    precedente normativa del 1999 e ha chiarito finalmente il concetto di bene
    culturale, vago anche dopo la creazione del Ministero.

    Secondo l'art. 10 del succitato codice sono sempre beni culturali:

    «le cose immobili e mobili appartenenti allo Stato, alle Regioni, agli
    altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto
    pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro, ivi compresi
    gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, che presentano interesse
    artistico, storico, archeologico o etnoantropologico».[1]

    Sono inoltre beni culturali altri tipi di documenti e raccolte[2] nonché
    i beni posseduti da privati se dichiarati tali dalle locali soprintendenze
    con apposita dichiarazione e non esclusi esplicitamente mediante
    l'apposita procedura,[3] mentre tale dichiarazione non è necessaria per i
    beni prima elencati[4] Per legge è costituito il catalogo nazionale dei
    beni culturali (in diverse articolazioni), dove dovrebbero confluire tutte
    le informazioni sui beni culturali: il catalogo non è pubblicamente
    accessibile a tutti; l'accesso a tali informazioni è disciplinato dalla
    normativa sul diritto di accesso ai documenti amministrativi.[5]

    Uso commerciale
    Il Codice dei beni culturali e del paesaggio è servito a disciplinare lo
    sfruttamento commerciale dei beni culturali, riservandolo alle
    soprintendenze e ai privati da esse autorizzati dietro pagamento di
    appositi corrispettivi. Tale sistema dovrebbe servire a finanziare la
    conservazione e gestione dei beni culturali e fa sì che in Italia siano
    presenti restrizioni ignote in altri paesi, come ad esempio il sostanziale annullamento della libertà di panorama

    Mia libreria

    Followers

    My site is worth